sso

Come affrontare il digiuno con i succhi freschi?

Il digiuno tradizionale che consiste nel sopravvivere solo bevendo acqua e respirando aria è per molti impraticabile, in quanto rende affamati e irritati. È chiaro che tale digiuno non ci porta molti benefici. Invece, il digiuno con i succhi si può praticare di solito senza grossi problemi e rappresenta una buona alternativa perché ha gli stessi effetti sull’ organismo.

il digiuno con i succhi freschi
il digiuno con i succhi freschi

Come farlo?

Iniziate piano. Prima di cominciare il digiuno, sostituite un solo pasto giornaliero con il succo, per esempio la cena. Se avrete una buona risposta dal vostro organismo, potrete bere il succo anche al posto della prima colazione. Gradualmente potrete sostituire tutti i pasti e bere i succhi per tutto il giorno, non dimenticando di bere anche l´acqua fresca!

il digiuno con i succhi freschi
il digiuno con i succhi freschi

Quali succhi bere?

Dovreste bere circa la metà dei succhi a base di frutta e la metà dei succhi a base di verdura e cercare di preparali diversificando le materie prime. È essenziale sentirsi bene durante il digiuno, quindi preparatevi solo i succhi che vi piacciono (o che almeno siano a voi sgradevoli). Si sa che anche l’aspetto psicologico è molto importante, se bevete i succhi contro voglia questi non vi porteranno alcun beneficio. Meglio bere le combinazioni ben riuscite e piacevoli. 

il digiuno con i succhi freschi
il digiuno con i succhi freschi

Quanto spesso e per quanto tempo?

Il digiuno, durante il quale bevete solo l’acqua e il succo potete praticare da 1 a 3 giorni, ogni mese o ogni trimestre. I digiuni più lunghi (da 7 fino a 14 giorni) potrete farli 1 o 2 volte all’anno. Il miglior periodo per la rigenerazione dell’organismo è la primavera, poiché il fegato è più attivo, comunque potrete provare il digiuno quando vi sentite di farlo.

È sicuro?

Il digiuno serve per rinnovare i meccanismi di autoguarigione presenti in tutti noi. Questi apportano all’organismo e alla mente l’equilibrio perduto. Queste conoscenze sono state provate nei secoli, poiché si basano sulle esperienze della gente che aveva praticato periodicamente il digiuno per tutta la loro vita.

Però, in caso di sofferenza di una malattia seria o cronica, in caso di problemi di assunzione del cibo, uso di farmaci, in caso di gravidanza o gravidanza programmata, in caso di lattazione del bambino o altri motivi per i quali il digiuno potrebbe essere rischioso per voi, bisogna consultare il medico per valutare la vostra intenzione. Comunque bisogna prestare attenzione anche se non avete nessun problema con la vostra salute. Di sicuro non praticare il digiuno per un periodo superiore a 14 giorni, eventualmente solo sotto la supervisione del medico.

Ci sono effetti collaterali?

Durante il digiuno vengono liberate le tossine dall’ intestino, fegato, polmoni, colecisti, cavità, reni, pelle e tessuti adiposi. Più il vostro stile di vita è stato squilibrato, più tossine sono state depositate nel vostro organismo e più ne verranno eliminate.   Questo può provocare alcuni effetti indesiderati come flatulenza, ingorgamento o acne.

Il motivo è che le tossine prima passano nel sangue e solo dopo escono dall’organismo. Questi piccoli inconvenienti non si possono paragonare con i benefici che otterrete a periodo di digiuno completato. D’altra parte, magari non riscontrerete nessuno di questi effetti collaterali, quindi non temete questo avvertimento.

 

il digiuno con i succhi freschi
il digiuno con i succhi freschi

Come evitare gli effetti indesiderati?

Essenziale per un digiuno piacevole è lo start graduale e l’apporto sufficiente di acqua. Dovrete bere molta acqua per eliminare le tossine prima possibile. Se non è sufficiente e gli effetti indesiderati che accompagnano il digiuno sono molto sgradevoli, meglio terminare il digiuno o provare una variante più lieve (per esempio sostituire solo la merenda pomeridiana e la cena con i succhi e mangiare in modo sano altri pasti del giorno). Meglio andare avanti piano, ma sempre. Non va bene bere tre litri di succo al giorno se poi a cena mangiate la pizza e l’hamburger, questo potrebbe essere molto dannoso.

Usate il tempo del digiuno per la introspezione

Usate il periodo di digiuno per scoprire la vostra anima. Il digiuno è una opportunità grande per ascoltare il vostro organismo. Per esempio, distinguerete quando siete davvero affamati e quando desiderate il cibo solo perché siete annoiati o nervosi. Perché volete mangiare alcuni cibi in certe situazioni? Quale impulso vi manda a svuotare l’intero frigo? Volete evitare qualcosa o lo volete compensare con il cibo?

Altro consiglio!

Per limitare al minimo lo stress da digiuno, è meglio non programmarlo. Aspettate un giorno che vi svegliate con la netta sensazione che il giorno è quello giusto e semplicemente iniziate.

Pubblicato: 11. Novembre 2016
###message